Reati ambientali: Rimini detiene il primato tra i capoluoghi di provincia in Emilia Romagna

In Italia nel 2023 si registra un aumento dei reati ambientali che salgono a 35.487, con una media di 97,2 reati al giorno. Gli illeciti si concentrano soprattutto nel Mezzogiorno e nelle regioni a presenza mafiosa come Campania, Puglia, Sicilia e Calabria. L’ecomafia ha guadagnato 8,8 miliardi di euro nel 2023. Nel complesso, aumentano anche le persone denunciate, gli arresti e i sequestri legati ai reati ambientali. In Emilia-Romagna si sono registrati 1422 reati, con la regione al quarto posto nel nord Italia. Rimini è il capoluogo di provincia con il maggior numero di reati. I settori più problematici sono il ciclo illegale del cemento, dei rifiuti e gli illeciti contro gli animali.

  • Le proposte di Reggini Auto