San Marino. Champions: FCSB a forza sette, ma nel finale c’è gioia per la Virtus con Battistini

È un esordio dolce-amaro per la Virtus in Champions League. Nel primo turno di qualificazione della massima competizione europea per club giocato ieri sera al San Marino Stadium i campioni di Romania del FCSB – ex Steaua Bucarest, vincitrice della Coppa dei Campioni nel 1986 – si sono imposti con un largo 7-1 mettendo una seria ipoteca sul passaggio del turno. La parte dolce per il club di Acquaviva arriva nel finale, poco prima del novantesimo, con il gran gol di Manuel Battistini.

I rumeni si presentano allo Stadium con un gran numero di tifosi – quasi tutta piena la tribuna ospiti – a spingere i loro beniamini. In campo la squadra di Charalambous inizia sin da subito a fare sul serio: il capitano Olaru – visto recentemente anche agli Europei con la maglia della Nazionale rumena contro Olanda e Belgio – dal limite serve puntualmente B?lu?? che calcia sul primo palo ma Passaniti è reattivo. Passa un solo minuto e altra occasione per gli ospiti: cross dalla sinistra di Edjouma in area, De Lucia e Ngezana vanno a contatto e cadono in area poi sul prosieguo Passaniti abbatte anche Popa. L’arbitro Bandic ferma il gioco per un potenziale rigore e richiamato dal VAR va a rivedere l’azione. Per il direttore di gara c’è tocco di mano di De Lucia sul contatto con il citato Ngezana e dunque rigore per il FCSB. Dal dischetto si presente Olaru che non sbaglia.

Nonostante il vantaggio i rumeni spingono senza tregua. Infatti al 11’ arriva il raddoppio, ancora con il capitano Olaru che servito sulla trequarti da Edjouma fa partire una perfetta conclusione che si infila nel sette e fa 2-0.

Poco prima del quarto d’ora è ancora Olaru che va via sul lato corto dell’area, riuscendo a sfondare e calciare ma Passaniti esce bene e sventa l’ennesima minaccia. Il capitano del FCSB ci mette lo zampino anche sul terzo gol, che arriva poco dopo: è infatti il 22’ quando Olaru dalla linea mediana calcia profondo pescando Daniel Popa che punta la porta, Passaniti tenta l’uscita sporcando non abbastanza la sfera perché l’attaccante rumeno passa e a porta sguarnita sigla facilmente il tris

La squadra campione di Romania non è sazia e al 27’ cala il poker: Luis Phelipe porta avanti la sfera e arrivato al limite la mette in mezzo, De Lucia ci mette una pezza ma il pallone carambola sino ad arrivare a Popa che con una finta mette fuori gioco Passaniti e lo infila nell’angolino per la doppietta personale. 

Inizia a farsi vedere anche la Virtus, nonostante il pesante passivo: è infatti Sabato che sfrutta lo spazio concessogli dalla difesa rumena e tenta la conclusione, il tiro è potente ma comunque utile per trovare gli applausi dello Stadium ad incoraggiare la squadra di Bizzotto. Il capitano Olaru è instancabile e poco prima della mezz’ora va vicino al tris personale con un nel tiro a giro che termina fuori di poco. Ma è solo una questione di minuti per il quinto gol del FCSB, sempre con l’asse Popa-Olaru: il primo serve l’assist sul fondo per l’accorrente compagno che buca Passaniti e trova la tripletta al 37’.

Poco prima del recupero ecco il tentativo del club di Acquaviva con Pupeschi che serve Benincasa in profondità, l’attaccante della Virtus entra in area e poi cade a terra nel duello con il centrale Ngezana ma per l’arbitro Bandic c’è fallo in attacco del calciatore neroverde. Dopo due minuti di recupero si va negli spogliatoi con il parziale di 5-0 per il FCSB

All’intervallo ecco i primi cambi, con Bizzotto che mette dentro Elia Ciacci per Nicolò Vallocchia. L’inizio ripresa è della Virtus che sembra aver digerito il primo tempo di marca decisamente rumena. In avvio infatti è Sabato che va sul fondo mettendo un buon pallone ma la difesa rumena si rifugia in corner. Sul tentativo conseguente la difesa del FCSB mette fuori la sfera su cui si fionda Pupeschi che calcia bene verso la porta, la prima conclusione va a sbattere sul muro dei rumeni poi su quella successiva dopo una buona finta riesce a liberare il suo destro che passa fuori di poco. La squadra di Charalambous non sta a guardare e punta ad aumentare nuovamente il divario. Ci va vicina di lì a poco (56’) quando il destro a giro di Luis Phelipe passa non troppo lontano dallo specchio. 

Al 65’ i rumeni gonfiano nuovamente la rete con il subentrato Alhassan ma l’arbitro annulla tutto per fallo dell’attaccante su Passaniti. FCSB che riparte alla ricerca sempre del gol. Al 69’ serve una grande risposta di Passaniti per negare a Popa la tripletta personale. Ma passa un solo minuto ed ecco il gol del 6-0: tiro del solito Popa neutralizzato ancora da Passaniti ma sulla ribattuta arriva Miculescu che con una finta lo salta e insacca. Il “tornado” rumeno continua a girare e in poco tempo altre due ottime occasioni. La prima è con il tiro a giro dell’esterno Luis Phelipe che passa vicinissimo al palo. Poi, solo due minuti più tardi, ecco il settimo gol per il FCSB: filtrante di Edjouma per Miculescu che con un rasoterra batte Passaniti. I rumeni non si fermano e ecco una nuova doppia chance, prima con il tiro di Alhassan respinto da Passaniti poi con l’azione insistita di Antwi che con il suo tiro va a pizzicare la parte alta della traversa.

Bizzotto mette dentro anche Federico Piovaccari, ex centravanti di San Marino Calcio nonché del FCSB (quando ancora si chiamava Steaua Bucarest), accolto da un’ovazione proprio dai suoi ex tifosi. 

Arriva poi il minuto 87’ quando la Virtus si toglie una grande soddisfazione alla sua prima partita europea. Luigi Rizzo crossa bene dalla trequarti mettendo la sfera in area dove si allunga benissimo Manuel Battistini che con un movimento da attaccante vero la mette nell’angolino battendo Târnovanu sotto lo Stadium – quasi duemila i presenti – che applaude il centrocampista sammarinese.  Prima del triplice fischio c’è tempo per un’altra palla gol della squadra rumena, ancora con Popa che vuole la tripletta ma dall’altezza del dischetto del rigore spara alto. 

È l’ultima azione della sfida che sorride ai rumeni dello FCSB ma la Virtus può a suo modo essere felice per la sua prima rete in Europa. Tra una settimana il ritorno a Bucarest.

UEFA Champions League, Andata del Primo Turno di Qualificazione | Virtus -FCSB 1-7

VIRTUS [3-4-2-1]

Passaniti; Pupeschi, Rinaldi (78’ Gori), De Lucia; Battistini, Golinucci, Montanari (82’ Angeli), Sabato (66’ Rizzo); Buonocunto, Vallocchia (46’ Ciacci); Benincasa (82’ Piovaccari)

A disposizione: De Angelis, Gentilini, Lombardi, Tortori, Muggeo, Ceccaroli

Allenatore: Luigi Bizzotto

 

FCSB [4-2-3-1]

Târnovanu; Kiki, Haru?, Ngezana (46’ Dawa), Cre?u; Edjouma, ?ut (46’ Alhassan); Luis Phelipe, Olaru (61’ Lixandru), B?lu?? (46’ Miculescu); Popa

A disposizione: Vlad, Radunovi?

Allenatore: Elias Charalambou

 

Arbitro: Antoni Bandi? (BIH)

Assistenti: Amer Maci? (BIH), Damir Lazi? (BIH)

Quarto ufficiale: Dragan Petrovic (BIH)

VAR: Alen Borošak (SVN)

AVAR: Asmir Sagrkovi? (SVN)

 

Marcatori: 6’ rig., 10’ e 37’ Olaru, 22’ e 27’ Popa, 70’ e 73’ Miculescu, 86’ Battistini

Ammoniti: Golinucci, Pupeschi, Kiki

Note:  1833 spettatori 

FSGC

  • Le proposte di Reggini Auto